OVH: I DATI NELLA NUVOLA IN UNA NUVOLA DI FUMO

20 Marzo 2021

Hai sentito parlare dell’incendio di OVH, primaria azienda europea proprietaria di datacenter e server?
Ne scrivo in questo articolo.

OVH ha sede a Roubaix, la cittadina della fiandre francesi ben più nota per la classica gara ciclistica “Paris-Roubaix”.

E’ una delle aziende europee che cerca, con fatica, di contrastare lo strapotere  dei colossi della Silycon Valley, Google in primis.

Si tratta di una società operante nei servizi Cloud con circa 1,5 milioni di clienti nel mondo.
Alcuni giorni fa è divampato un incendio in uno dei data center, quello che ha sede a Strasburgo.
L’incendio è stato domato ma un pezzo di internet è andato perduto. Per sempre.
I Data Center sono delle infrastrutture essenziali, come l’acquedotto, l’autostrada o la rete elettrica.


Raccolgono, gestiscono, elaborano, conservano, analizzano i nostri dati e soprattutto i dati delle aziende.
Internet è tutto. E’ lavoro ed è divertimento. E’ scuola e vacanza. E’ impresa piccola e impresa grande. E’ la banca piccola e il colosso della finanza. E’ cultura e socialità. Lo usiamo per stare da soli e per stare in compagnia. Per comprare e per vendere. Per fare Sport e per giocare.


La richiesta di servizi Cloud cresce ogni giorno a livelli sostenuti. La pandemia ha solo contribuito in positivo.
La sicurezza dei dati e quindi delle nostre attività equivale alla protezione dalle frodi e dai cyber attacchi ma anche dalla sicurezza delle infrastrutture fisiche.
La società OVH ha fatto trapelare che le aziende non dotate di processi di backup interni o su altri datacenter possono aver perso l’intero bagaglio di dati. Molti siti internet hanno smesso di funzionare e ad essere colpite sembrano essere aziende di piccole dimensioni, quelle che acquistano i servizi cloud per poche decine di euro al mese.
Può sembrare un fatto secondario e di poca importanza in un momento in cui siamo alle prese con una pandemia globale. Ma proviamo solo a pensare cosa potrebbe succedere in un mondo in cui questi mega data center diventassero obiettivi militari in seno ad un conflitto. Non necessariamente un conflitto che si combatte con bombe ma anche con cyber attacchi.
La società che abbiamo costruito è fantastica per la possibilità di avere accesso al mondo intero e a prezzi molto contenuti.


Il vero oro del nostro tempo sono i dati, i nostri dati. Abbiamo ceduto gran parte della nostra riservatezza e delle nostre informazioni private per poter accedere a servizi e funzioni che ci semplificano la vita e ci permettono di avere accesso a tutto in un click.
Abbiamo fatto uno scambio senza neppure averne consapevolezza.

Adesso la nostra libertà e la nostra felicità sono indissolubilmente legate  al fantastico mondo di internet.
E’ probabile che le guerre del futuro avranno al centro non il petrolio o il dominio sulle terre ma i data center

Per non perdere nemmeno un numero della mia newsletter clicca qui:

Iscriviti

Cristina Capitoni
Consulente Finanziario
Iscritto all'Albo dei Consulenti Finanziari abilitati all'offerta fuori sede
Via Salerno 2 Sinalunga
Rimani aggiornato
Seguimi sui Social
Seguimi sui social per restare sempre aggiornato sul mondo della finanza
https://cristinacapitoni.it/wp-content/uploads/2021/03/logo_alfabeto_fideuram.png

Copyright by Cristina Capitoni. P.IVA: 01437400524 | Powered by PlayPixel.it